TAGLIO CAPELLI DONNA

Taglio Capelli Donna

I capel­li han­no avu­to fin dall’antichità un signi­fi­ca­to impor­tan­te, più di altre par­ti del cor­po. Per le donne portare i capelli lunghi era obbligatorio. I capelli venivano raccolti in lunghe trecce e acconciati in chignon sin dai tempi dell’antica Roma.

Per capire come cambia lo stile di una donna non basta dare un’occhiata al suo armadio, ma bisogna guardare soprattutto i capelli. Perché l’evoluzione dell’immagine della donna ha subito nel corso dei decenni una vera e propria rivoluzione che va di pari passo alle tendenze, agli usi e costumi e quindi alle mode del tempo.

Facciamo un breve viaggio nel tempo nel taglio capelli donna:

ANNI ’20
La donna si emancipa nel dopoguerra e nel modo si assiste ad una rinascita culturale, sono gli anni del Jazz e del grande Gatsby di Scott Fitzgerald. Negli anni ’20 andavano di moda i tagli medio-corti, detti anche alla garconne, e in particolare il caschetto corto con le onde piatte e le acconciature erano spesso impreziosite da fasce o gioielli da sfoggiare intorno alla testa. Altro esempio sono le petites têtes che coniugavano femminilità e praticità. Ancora oggi questo stile iper femminile è praticamente perfetto.

ANNI ’30
Le acconciature degli anni Trenta sono amatissime dalle star. E non stiamo parlando solo delle onde: un taglio tipico del periodo è senza dubbio il caschetto cortissimo, alle orecchie, con una frangetta lineare e geometrica e ben definita. Uno stile certamente forte e dedicato alle donne che amano essere chic e al centro dell’attenzione.

ANNI ’40
La cura dei capelli assume un’importanza altissima, le donne dell’epoca vanno a dormire addirittura con i bigodini e foulard legati sulla testa. Tutte queste faticose attenzioni rendono la chioma sempre in ordine e ricca di onde super resistenti.

ANNI ’50
Il parrucchiere più famoso di Parigi, Alexandre Raimon inventa, nel 1952, il taglio corto e ondulato, come è facile immaginare diventa il taglio più richiesto dalle dive di tutto il pianeta. Elizabeth Taylor a Grace Kelly, da Marilyn Monroe a Catherine Deneuve, da Betty Page a Audrey Hepburn. Insomma non c’è star che non abbia sfoggiato una perfetta messa in piega realizzata con bigodini e senza spazzola.

ANNI ’60
Parola d’ordine: Volume. Brushing oversize. Per fare in modo che il volume aumenti è semplice i capelli vengono cotonati. La cotonatura diventa un cult grazie a Brigitte Bardot e Claudia Cardinale è la mezza coda realizzata con la cotonatura dei capelli in cima alla testa per ottenere il massimo del volume e il resto della chioma sciolto e leggermente spettinato.

ANNI ’70
È il decennio degli outfit che non passano inosservati ampi colletti, gonne corte e scarpe con plateau in perfetto stile disco realizzati con materiali scintillanti e lustrini per look grunge e stravaganti. In diretta opposizione a queste stravaganze, anche look super eleganti su chiome lunghe, onde californiane. Morbide wave e frangette incorniciano sguardi intriganti ed ammalianti. Il periodo è quello delle indimenticabili Angel Farrah Fawcett (la Charlie’s Angel più famosa) e della sexy Jane Birkin.

ANNI ’80
Ancora una volta volumi decisamente esagerati. Felpe oversize, spalline, leggings fluo ed il mitico frisé. Quello che si vuole far emergere è il movimento estremo e spumeggiante. Basta ricordare la Jessica Parker degli esordi. Raggiunge il culmine anche la permanente, le donne sfoggiano chiome piene di volume e le radici sono scollate al massimo. Un utilizzo della lacca sfrenato ed il brushing vaporoso non conosce mezze misure.

ANNI ’90
Le meches. Fanno bella mostra di se con le Spine Girls. Il flower power tra i capelli e le frangette. Tanto per fare qualche nome, Brenda di Beverly Hills e Geri Halliwell con le sue meches arancioni. Ancora, litri e litri di lacca (Donna Martin) il taglio corto (Meg Ryan), l’onda (Kelly Walsh). Per non farsi mancare nulla elastici in tessuto arricciato in cotone o velluto per decorare code alte o laterali, fiori e Swarovski da applicare sulla testa. Insomma un mix di esuberanza e stili differenti fanno degli anni ’90 uno dei periodi più riconoscibili per il taglio capelli donna.

DAL 2000 AD OGGI
Torna la sobrietà nel taglio, nello stile e nel colore. Le donne sono al di fuori del periodo grunge. Raro vedere cotonature, volumi extra, ricrescite scure e strisce colorate. Oggi regna la figura glamour, molto trendy e molto femminile.

Sono tantissime le celebrità che ritornano al capello corto.  E poi ci sono gli sfilati e scalati come quello di Natalie Imbruglia, Victoria Beckham, Sharon Stone, Agyness Deyn, Sienna Miller e Linda Evangelista. In piega per la sera o scompigliati ad arte per il giorno, comunque sempre molto chic!

Parleremo di tagli e racconteremo la loro storia all’interno del nostro blog, restate sintonizzati con Graffiti Hair.
Ci sono tagli di capelli che hanno fatto un’epoca. Uno di questi è il bob, tornato in voga nel 2015 nella versione Lob. Leggi qui l’articolo: https://graffitihair.it/firenze-bob/

Riepilogo dei fattori principali:

  1. Per risultati concreti lo Studio e gli Strumenti devono essere di altissima qualità.
  2. Ogni taglio deve essere costruito su misura, la morfologia del volto e del corpo giocano ruoli fondamentali.
  3. Ottenere forme armoniche ed equilibrate nel rispetto delle proporzioni, la simmetria è bellezza.
  4. Ad ogni taglio corrisponde e si sviluppa un colore che è sempre accostabile.

Angelo Carbone ed il suo Team ti aspettano da Graffiti Hair in Via della Colonna, 10/rosso a Firenze. Contattaci.

I nostri Hair Stylist

La forza di Graffiti Hair è l'unione delle nostre professionalità. Per noi lo stile e l'eleganza sono alla base di tutto.

Appuntamento

Per prenotare un appuntamento compila il modulo sottostante con i tuoi dati.
Per maggiori dettagli e informazioni chiamaci al numero +39 055 2639081